Il salone della mobilità arriva alla sua terza edizione. Aziende e start up da tutto il mondo si incontrano a Londra per innovare il mercato con le tecnologie del futuro a basso impatto ambientale

L’evento quest’anno ha visto partecipare oltre 5000 professionisti della mobilità. La prossima edizione si terrà il 9 e il 10 febbraio 2021 all’ ExCel di Londra. A settembre la versione americana ad Austin. OEMs, operatori dei trasporti, società tecnologiche, società energetiche, start-up, policymakers e tutta la filiera della mobilità riunita insieme con un unico scopo: fare networking e trovare soluzioni innovative.

Speaker a Move 2020
Speaker a Move 2020

Focus on the Move: un evento internazionale dal cuore europeo

Data la sua natura, definire Move un evento mondiale non è affatto un azzardo: i partecipanti quest’anno provenivano da 73 paesi sparsi sui cinque continenti. La fazione europea è stata quella maggioritaria (33%), con il Regno Unito solo al secondo posto (25%). Nella gerarchia aziendale, i VP e i direttori sono stati i più numerosi (32%), seguiti dai founder e C-level (29%) e dai managers (27%). Un totale di 800 relatori, 380 esibitori, 250 start up. Molti i soggetti che sentono il cambiamento e hanno voglia di investire sul futuro: dai governi e le agenzie di pianificazione economica (14%) ai cosiddetti venture capitalists (5%) che con audacia sono alla ricerca del progetto bomba da lanciare.

Chi puoi incontrare a Move 2021: speakers e rappresentanti di 18 settori

Ma cosa ha questo evento di così speciale e di così unico nel suo genere? Scendiamo un po’ più nel dettaglio: iniziamo dicendo che la fiera è strutturata in ‘streams’ (letteralmente ‘flussi, correnti’), ovvero, fuor di metafora, in interventi i cui argomenti riguardano i principali settori della mobilità. Lo scopo è quello di aggiornare i partecipanti sulle ultime scoperte e applicazioni tecnologiche, ma non solo. Chiunque abbia un servizio innovativo da proporre può candidarsi per avere visibilità e confrontarsi con gli altri specialisti del settore. Quest’anno erano 17, ma l’anno prossimo saranno 18. Facciamo qualche esempio per chiarire meglio di cosa stiamo parlando: se ho un’azienda che si occupa di trasporto merci nelle città, lo stream che fa al caso mio è ‘City Freight & Truck Tech’, dove trovano spazio tutte quelle tecnologie come robot e droni da carico pensate per ridurre le emissioni e le congestioni nel traffico. Se invece sono curioso di sapere come sta evolvendo il mercato delle infrastrutture, molto probabilmente ascolterò ‘Smart Infrastructure’. Se sono un operatore di trasporti e mi servono dati e trend, non mi lascerò sfuggire ‘Metro Rail’ su come cambierà muoversi in metropolitana. E molto altro ancora… vedere tutto in soli due giorni potrebbe essere letteralmente un’impresa titanica!

Test monopattino elettrico Move 2020
Test monopattino elettrico Move 2020

L’obiettivo di Move 2021 è aumentare il network e farsi conoscere

Come gli stessi organizzatori hanno dichiarato, l’anima di Move è il networking: conoscere partners che soddisfino le proprie esigenze per rispondere insieme alle sfide del futuro. Attualmente risultano registrate per febbraio 2021 700 espositori e 500 start up. Fortunatamente mancano ancora dieci mesi all’evento e questo ci lascia sperare che i numeri continueranno a salire. Le start up hanno i loro stand nello start-up village e partecipano al concorso Start-Me-Up. La vincitrice ha diritto a salire sul palco delle celebrità per 20 minuti davanti a tutto il pubblico della fiera. Quest’anno è toccato a Go-To-U, una piattaforma pensata per chi è alla guida di un veicolo elettrico: accedendo tramite app, l’utente può prenotare il servizio di ricarica all’ora e nel luogo più vicino.

Concorso Start-Me-Up Move 2020
Concorso Start-Me-Up Move 2020

Partecipare a Move 2021: puoi farlo anche con una borsa di studio

Come si fa a partecipare all’evento? Dando uno sguardo ai pacchetti, esistono soluzioni diversificate a seconda del budget a disposizione. La soluzione più economica è il pacchetto ‘espositore’: chi lo sceglie, ha diretto ad uno stand di superficie variabile (dai 6 ai 60m2) con un costo di 500 euro al m2 e può portare massimo 2 ospiti. Man mano che si sale di prezzo, si ha diritto a partecipare a meetings, tavole rotonde, fino a salire sul palco come keynote speaker (ma c’è una selezione a monte da superare!). Il costo per una azienda vip è di 70000€. In alternativa al pacchetto, ci sono i pass: la versione premium valida per entrambi i giorni e la versione group per entrare insieme a colleghi e amici. La terza modalità è la borsa di studio pensata per i dipendenti governativi sprovvisti di finanziamenti.

L’evento è pensato per chi ha un business, privato o pubblico, e per gli appassionati della mobilità. È un’opportunità per rendersi conto di come il mondo stia cambiando a velocità sempre maggiore, delle sfide che ci aspettano e delle soluzioni portate da CEO e manager internazionali. Ci fa piacere vedere come Move fornisca terreno fertile a istituzioni e aziende per cooperare in un mercato sempre più interconnesso. L’analisi e la gestione dei dati rappresenta la sfida su cui tutti sono focalizzati per garantire una mobilità sempre più integrata ed efficiente. Non a caso, la Maas sarà ancora una volta tra i 18 streams di Move 2021. Noi dall’Italia facciamo la nostra parte monitorando il quadro politico e le nuove proposte. Abbiamo scritto di recente un articolo che parla proprio di come Milano si stia dando da fare in questa direzione.

Icona monopattinoelettrico.info
Vuoi diventare nostro partner? Vedi tutti i dettagli

Rimani sempre aggiornato!

Seguici sui nostri canali SOCIAL 😉

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento!
Please enter your name here