Legge monopattino elettrico 2020 Italia
Equiparazione dei monopattini elettrici ai velocipedi

L’art. 75 della legge 160 del 27 Dicembre 2019 equipara ai velocipedi (biciclette) tutti i monopattini elettrici di potenza nominale fino a 500W in grado di regolare la velocità fino ad un massimo di 20km/h.

Ufficialmente l’art. 75 delega la regolamentazione dei monopattini elettrici al decreto n.285 del 30 Aprile 1992 superando per forza di legge, la sperimentazione entrata in vigore il 4 Giugno 2019, eccetto due vincoli ben definiti:

  • Potenza nominale del motore max. 500W
  • Velocità delimitata ad un massimo di 20Km/h*

*Se il veicolo non è in grado di limitare la velocità a 6km/h (obbligatorio nelle aree pedonali) è indispensabile portarlo a spinta ma è possibile comunque percorrere le aree non pedonali.

Per sintetizzare, la manovra finanziaria del 2020 equipara i monopattini elettrici alle biciclette, superando diverse limitazioni presenti nella sperimentazione ma lasciando spazio a libere interpretazioni su diversi comportamenti attuabili.

In redazione abbiamo cercato di fare chiarezza, schematizzando ciò che possiamo fare e ciò che è sconsigliato in quanto sanzionabile dalla legge.

Caratteristiche del veicolo ed equipaggiamento:

  • potenza motore max. 500W (art. 75)
  • deve essere presente un limitatore di velocità max.20km/h (art. 2)
  • il campanello è obbligatorio (art.68)
  • sono obbligatorie le luci bianche o gialle anteriori, luci rosse e di catadiottri rossi posteriori (art.68)
  • I monopattini possono essere equipaggiati per il trasporto di un bambino, con idonee attrezzature (art.68)
  • fuori dai centri abitati da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere e nelle gallerie si ha l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità (art.182)

Tuttavia, non c’è nessuno accenno all’utilizzo obbligatorio del casco o al divieto del sellino, in quanto tutti i velocipedi sono dotati di sella. Viene menzionata anche la possibilità di trasportare altre persone qualora il monopattino sia attrezzato.

In quali strade circolare

Circolazione:

  • i monopattini elettrici devono transitare sulle piste loro riservate quando esistono, salvo il divieto per particolari categorie di essi, con le modalità stabilite nel regolamento (art. 182)
  • se non c’è la pista ciclabile possiamo andare in strade comunali, provinciali e statali.
    NON possono transitare nelle autostrade, nelle strade a scorrimento veloce e nelle superstrade es. tangenziali (art. 182)

Per il principio del buon senso è obbligatorio condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, il veicolo è d’ intralcio o di pericolo per i pedoni; inoltre , si può attraversare sulle strisce pedonali con il monopattino ma in particolari circostanze con traffico intenso si è tenuti ad attraversare con il veicolo a mano.

Sanzioni:

Le sanzioni vanno dai €25 a €100€ tranne nel caso in cui si violi il comma 6 (trasporto di altre persone oltre il conducente) dai 41€ ai 169€ (art. 182)

L’equiparazione dei monopattini elettrici ha sicuramente accelerato il processo di rivoluzione della mobilità, un cambiamento inarrestabile quanto difficile da regolamentare nell’immediato, in termini di legge e di mentalità.

Se da un lato si ha paura del cambiamento e di mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini, dall’altro, abbiamo l’esigenza di adottare nelle nostre città, soluzioni più green e rispettose.

Scriveteci qua sotto nei commenti (o sui nostri canali social) il vostro punto di vista e se cambiereste o modifichereste la legge attualmente in vigore.

Icona monopattinoelettrico.info
Vuoi diventare nostro partner? Vedi tutti i dettagli

Rimani sempre aggiornato!

Seguici sui nostri canali SOCIAL 😉

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento!
Please enter your name here