Guida migliori monopattini elettrici 2020

Se stai cercando informazioni per capire quale sia il miglior monopattino elettrico, questa è la guida che fa per te. Ti spiegherò nel dettaglio come scegliere accuratamente il veicolo perfetto per le tue esigenze, le caratteristiche fondamentali necessarie per non incorrere in acquisti non graditi e soprattutto come scegliere un monopattino sicuro ed affidabile.

Contenuti Articolo:

Che cosa è il monopattino elettrico?

Il monopattino elettrico per adulti è un vero e proprio veicolo di trasporto adatto a spostamenti limitati e facilmente trasportabile. E’ costituito da un’asse principale posto in verticale, chiamato stelo, dove poggia il manubrio simile a quello di una bicicletta. In basso trovi una pedana sulla quale si poggiano i piedi, due ruote (una anteriore ed una posteriore), uno o due freni ed il display per il controllo della velocità e dell’autonomia della batteria. Ma se sono tutti uguali come fai a capire quale siano i migliori monopattini elettrici?

Storia ed origini: come “nasce il futuro” della micromobilità

Le origini del monopattino, sebbene sembri un veicolo molto recente, risalgono all’ inizio dell’800. Ma i primi e veri monopattini, chiamati scooter negli Stati Uniti d’America, sono del 1900. Le prime versioni progettate sono dei monopattini per bambini a spinta, successivamente modificati ed adattati sempre di più agli adulti fino alla creazione di veri e propri mezzi di trasporto. Anche nell’ambito sportivo, i primi tentativi di gare di monopattini risalgono al 1920, in Francia. In Italia vengono organizzate diverse gare a Milano tra il 1948 ed il 1954 chiamate “Giro monopattinistico d’Italia”.

Monopattino anni 30

Altri veicoli diversi dai monopattini elettrici

Con l’affermarsi della micromobilità, sono stati progettati anche altri veicoli con motore elettrico da non confondere con il monopattino elettrico.

Il Monowheel o monoruota

È una ruota singola elettricamente motorizzata, capace di percorrere pendenze e distanze importanti. L’apprendimento per l’utilizzo non è tra i più facili, considerando che questo veicolo non dispone di un manubrio per la guida ma è necessario indicare la direzione attraverso lo spostamento del proprio peso.

Monowheel
Monowheel o monoruota

Hoverboard a due ruote

Si tratta di veicolo a due ruote ispirato al volopattino di “Ritorno al futuro”, il celebre film. È composto da un’asse orizzontale sotto la quale vengono installate due ruote. Si guida indicando la direzione con lo spostamento del corpo che, mediante i sensori giroscopici, permette di restare in equilibrio. Anche questo veicolo ha una difficoltà di apprendimento alla guida medio/alto.

Hoverboard
Hooverboard a due ruote

Segway o biga elettrica

Mezzo di trasporto lanciato nel mercato nel 2001. La forma e le grandi dimensioni ricordano appunto quelle di un carro antico monoposto. E’ composto da una pedana spaziosa, uno stelo imponente con un manubrio e due ruote di grandi dimensioni. Dato il suo ingombro non viene considerato come un veicolo facile da trasportare e poco adatto al concetto del primo ed ultimo miglio, ovvero l’utilizzo di veicoli elettrici per raggiungere le stazioni (dei treni o della metropolitana) dalle quali raggiungere mete più distanti.

Segway
Segway o biga elettrica

E-skate o skateboard elettrico

Uno skateboard di dimensioni leggermente maggiori a quelli classici, motorizzato elettricamente. Dispone di un telecomando wireless in grado di attivare il motore e, quindi, lo spostamento.

Skateboard elettrico
Skateboard elettrico

Perché acquistare un monopattino elettrico?

Migliori monopattini elettrici, Kaabo Mantis

Se la domanda fosse invece: “Perché no?” Se hai sempre sognato di spostarti in modo agile, su un veicolo ecologico senza necessariamente effettuare sforzi fisici, questo è il veicolo perfetto per te. Guidarne uno significa assumere un nuovo comportamento e stile di vita, ma non sono tutti uguali. Ecco perché non è facile capire quale siano i migliori monopattini elettrici sul mercato.

I vantaggi dei migliori monopattini elettrici: non accontentarti mai

I pro sono decisamente molti, più di qualsiasi altro tipo di mezzo di trasporto. Vediamone nello specifico alcuni:

Risparmio

  • I consumi dei monopattini sono davvero bassi: con una carica completa (il monopattino utilizza caricatori simili a quelli dei pc portatili ed impiega dalle 6 alle 8 ore per una ricarica completa) arriva a percorrere anche 50 km.
  • I costi di manutenzione sono davvero trascurabili: considera che cambiare una gomma può costare tra i 20€ ed i 40€ con manodopera inclusa e salvo incidenti. È da sostituire in media ogni 1000/2000 km (numeri dimensionati all’utilizzo di un monopattino elettrico).

Agilità

  • Migliore della bicicletta: il monopattino elettrico ha una maggiore capacità di muoversi agilmente tra gli ostacoli ed il traffico.
  • La postura di guida: rigorosamente in piedi, in Italia il sellino è illegale, ti permette di essere più reattivo in caso di frenata od emergenza.

Trasportabilità

  • Chiusura rapida dello stelo: è possibile piegare il monopattino e portarlo sempre con te. Questo vantaggio è fondamentale per chi deve percorrere molti km per raggiungere il punto di destinazione come andare in ufficio, ma ha la necessità di usufruire anche di mezzi di trasporto pubblici quali treni e pullman od autobus.

Ecologico

  • Nessun gas di scarico: non rilascia polveri sottili non avendo un motore a combustione ma, appunto, elettrico.

Prezzo

  • Economico: rispetto ai veicoli tradizionali, un monopattino elettrico entry level può avere un prezzo di partenza di 400€. Vedremo più avanti le fasce medie ed alte.

Oltre a questo elenco ci sono altre motivazioni da non sottovalutare quando acquisti uno tra i migliori monopattini elettrici. Ti sto parlando del basso inquinamento acustico che il mezzo produce in movimento, il senso di libertà che si prova durante l’esperienza di guida e la diminuzione dello stress dei guidatori dovuto dall’assenza delle problematiche di parcheggio o di sovraffollamento presente nei trasporti pubblici.

L’unico svantaggio è l’esposizione alle intemperie come pioggia ed alle basse temperature. Comunque è la stessa problematica di chi utilizza biciclette, moto e scooter, ampiamente affrontata grazie all’abbigliamento tecnico di ultima generazione ed alle migliori soluzioni di monopattini elettrici waterproof IPv5.

Pista Ciclabile in Italia
Ciclabile in Italia

La legge in Italia dei monopattini elettrici nel 2020

Sul territorio nazionale il monopattino elettrico è considerato un veicolo di trasporto è può circolare nelle strade con delle limitazioni. La legge e la normativa in Italia che ha regolato definitivamente i monopattini elettrici è il decreto Milleproroghe. È entrato in vigore il 26/02/2020 equiparando definitivamente il “nuovo” mezzo elettrico alle biciclette.

Prima di scoprire quali limiti sono da rispettare per la circolazione sulle strade per il monopattino elettrico secondo la legge del 2020, ripercorriamo la breve storia che ha portato il nostro amato amico da acceleratore di andatura a mezzo di trasporto.

La strada da fare per diventare uno tra i migliori monopattini elettrici

Possiamo schematizzare il percorso che ha portato il monopattino elettrico a quello che conosciamo oggi in 3 date fondamentali:

4 Giugno 2019: viene emanato un decreto “sperimentazione della circolazione su strada di dispositivi per la micromobilità elettrica” promosso dall’ex ministro dei trasporti Danilo Toninelli. La sperimentazione dava la possibilità ai comuni interessati di richiedere l’autorizzazione per la circolazioni di monopattini elettrici all’interno dei propri limiti comunali. Le tipologie ammesse erano:

  • Hoverboard
  • Segway
  • Monopattini
  • Monowheel

Per i dispositivi non auto-bilanciati (il monopattino) il limite di potenza nominale consentito era di 500 Watt con l’obbligo di segnalatore acustico e luci dopo il tramonto. La velocità massima era di 20 km/h e, nel caso di modelli con capacità superiori, era obbligatorio il regolatore di velocità.

27 Dicembre 2019: viene rilasciata la nuova normativa in Italia, legge 160/2019,  che equipara ufficialmente i monopattini elettrici ai velocipedi. Ora sono esclusi tutti i dispositivi auto-bilanciati come monowheel, hoverboard e skateboard elettrici. Si supera così la sperimentazione introdotta da Toninelli e si struttura un regolamento più dettagliato:

  • Potenza nominale massima di 500 W;
  • Velocità limitata ad un massimo di 20 km/h con limitatore di velocità a 6 km/h per la circolazione nelle aree pedonali. Se il mezzo non consente di ridurre la velocità il veicolo deve essere portato obbligatoriamente a spinta;
  • Campanello obbligatorio;
  • Luci bianche anteriori e rosse posteriori;
  • Il veicolo può essere equipaggiato per il trasporto di un bambino (rimosso successivamente);
  • Obbligo di usare le bretelle riflettenti dopo il tramonto;
  • La circolazione è consentita in tutte le strade a parte quelle a scorrimento veloce come superstrade e tangenziali;
  • Se è presente una pista ciclabile è obbligatorio percorrerla per una maggior sicurezza durante il tragitto.

Il 26 Febbraio 2020: con il decreto Milleproroghe arrivano le norme definitive che regolamentano tutt’oggi la circolazione secondo la legge dei monopattini elettrici del 2020. Ma vediamola nei dettagli.

  1. Potenza nominale massima consentita di 500 W;
  2. Circolazione è consentita solo su strade urbane con il limiti di 50 km/h e sulle extraurbane solo se munite di pista ciclabile;
  3. Limite di velocità portato a 25 km/h (anziché 20 km/h) su carreggiata e di 6 km/h nelle aree pedonali;
  4. Divieto di circolare affiancati in un numero superiore a due ed in fila indiana;
  5. Divieto di utilizzo per i minori di 14 anni de obbligo di casco per i minorenni;
  6. Assoluto divieto di trasportare persone, oggetti od animali e di traino.

Di fatto aumentano le restrizioni ma rimane l’equiparazione alle biciclette.

Monopattini elettrici all'estero

Normativa all’estero

Anche nel resto del mondo la rivoluzione dell’elettrico è in continua espansione. e in molti stati esteri, i monopattini elettrici sono già stati ampiamente integrati. Vediamo in Europa quali sono le regole che regolamentano l’utilizzo dei monopattini elettrici diffuse negli stati principali.

  • Austria: è possibile guidare un monopattino elettrico a partire dai 10 anni di età ma è necessario una licenza per la circolazione ed essere accompagnati da un maggiore di 16 anni. Il casco è obbligatorio se si esce dal centro urbano.
  • Belgio: è vietato l’utilizzo per i minori di 18 anni, mentre in Francia può essere utilizzato a partire dai 12 anni se accompagnati.
  • Spagna: la regolamentazione della circolazione è in mano alle amministrazioni delle città. A Barcellona è possibile utilizzarli solamente sulle piste ciclabili mentre a Madrid anche nelle aree pedonali e nelle zone 30.
  • Germania: il limite è di 25 Km/h ma sono escluse le aree pedonali, mentre in Svezia e Danimarca il limite massimo di velocità è di 20 Km/h.
  • Londra: strano ma vero, è vietato l’uso dei monopattini elettrici. Si tratta di una delle poche eccezioni europee.

Come essere un “miglior monopattino elettrico” a partire dal 2020

Ebbene sì, solo i migliori monopattini elettrici presentano delle caratteristiche che li accomunano. Questo perché devono rispettare diversi e molteplici parametri, senza i quali sarebbero completamente non conformi alle leggi che regolano la circolazione su strada. Vediamo perciò quali sono queste caratteristiche principali assolutamente obbligatorie.

Motore

La potenza del motore è misurata in Watt e si esprime con una potenza nominale ed una potenza di picco massima. La potenza nominale ci è utile a capire quale sarebbe la potenza erogata dal motore del nostro veicolo, è molto utile per individuare fin da subito le potenziali performance che il monopattino è in grado di regalare. In Italia la potenza massima consentita è di 500 W, ma ti consiglio di non scendere sotto ai 250 W perché le prestazioni potrebbero essere davvero scarse soprattutto quando percorri delle salite. Esistono anche monopattini dual motors (con due motori) con una potenza nominale di 2000 W /3000 W. Questi monopattini sono destinati ad un utilizzo off-road od in circuiti privati.

migliori monopattini elettrici, ruota tubeless

Ruote

Sono uno degli equipaggiamenti determinanti e molto importanti sopratutto per la sicurezza. L’unità di misura utilizzata comunemente per indicare le caratteristiche delle ruote dei monopattini elettrici sono i pollici (“). I monopattini elettrici più popolari utilizzano ruote con un minimo di 8” fino ad un massimo di 10/12”. Ruote di dimensioni maggiori sono considerate ruote grandi, da non confondere con le ruote larghe. Un’altra peculiarità importante, è la tipologia di pneumatico scelta. Nello specifico ne esistono di 3 tipi:

  1. Camera D’aria: è la classica ruota con all’interno una camera d’aria, molto confortevole alla guida ma il rischio è quello di forare molto facilmente;
  2. Piene: con questa tipologia è praticamente impossibile forare, in quanto non è presente una camera d’aria all’interno ma il comparto è totalmente rivestito da gomma. Da sostituire solamente quando iniziano a perdere di aderenza;
  3. Tubeless: sono il giusto compromesso tra la camera d’aria e la ruota piena. È un particolare tipo di pneumatico che contiene aria all’interno ma non necessita di camera d’aria. Questa caratteristica permettere allo pneumatico di essere confortevole per i manti stradali più dissestati e, allo stesso tempo, ridurre la probabilità di forare.
migliori monopattini elettrici, ammortizzatore posteriore

Ammortizzatori

Sono essenziali ed è una delle caratteristiche che distinguono un mezzo di qualità da uno scomodo. Alcuni tra i modelli migliori di nuovi monopattini elettrici del 2020 vengono equipaggiati con un ammortizzatore anteriore ed uno posteriore. Altri invece solo anteriore. Alcune aziende hanno realizzato alcuni sistemi universali capaci di essere montati successivamente all’acquisto, come la Monorim Manifactured. L’ammortizzatore Monorim può essere installato sui principali modelli più diffusi come Xiaomi Mi e Ninebot G30.

migliori monopattini elettrici, freno a disco posteriore

Freni

Per quanto riguarda l’impianto frenante anche qui abbiamo diverse tecnologie, più o meno nuove ed innovative. Stiamo parlando dei classici freni a tamburo, dei freni a disco, del freno elettrico capace di immagazzinare la capacità erogata dal motore ed il freno manuale. Solitamente i migliori monopattini elettrici equipaggiano uno o più tipologie a seconda ovviamente del modello, del costo e delle caratteristiche decise dalla casa costruttrice.

migliori monopattini elettrici, manubrio

Manubrio

La tipologia di manubrio più diffuso è quello orizzontale in perfetto stile mountain bike. Al centro troviamo il display, nella parte destra la leva dell’acceleratore da attivare o con il pollice o con l’indice in base a dove è posizionata. Nella parte sinistra troviamo il freno ed il campanello. Fuori da questo standard è possibile trovare dei modelli equipaggiati con un manubrio più curvo. Se si ha la necessità di installare accessori, come il porta smartphone o luci aggiuntive, consigliamo l’acquisto di un extender che ti permette di avere uno spazio maggiore e posizionare i tuoi accessori nella maniera più comoda per te.

migliori monopattini elettrici, batteria

Batteria

L’indicatore principale per determinare l’autonomia della batteria è il range di chilometri che il mezzo può percorrere con la modalità Echo (quella più parsimoniosa e meno veloce per intenderci). Questo perché i migliori monopattini elettrici hanno sia diverse modalità di guida, sia l’indicatore del conteggio dei chilometri percorsi. Sul mercato trovi modelli che vanno da un minimo di 25 km ad un massimo di 40/56 km di autonomia. A seconda dalla tipologie di batterie utilizzate le performance possono cambiare e di molto. I tipi principali di batterie sono agli ioni di litio:

  • LG
  • Panasonic
  • Comunemente chiamate Cina

Tra le batterie LG e le Cina è possibile un divario di 10 km di autonomia, in quanto le LG sono più performanti rispetto alle seconde.

Peso

Il peso di un monopattino elettrico è determinato dall’insieme dell’equipaggiamento in dotazione come i materiali utilizzati per il telaio, la grandezza delle ruote, gli pneumatici e le batterie. I monopattini elettrici più leggeri possono avere un peso di circa 11 kg, ideali per i piccoli spostamenti e per chi ha bisogno di una trasportabilità elevata. Quelli più pesanti invece possono arrivare a pesare oltre i 25 kg. Proprio quest’ultimi sono consigliabili per chi effettua spostamenti più lunghi e con una trasportabilità del veicolo limitata.

Velocità

Come spiegato precedentemente nella sezione dedicata alla normativa vigente in Italia, il limite massimo di velocità è di 25 km/h. Tuttavia la potenza nominale di un motore di 500 W può raggiungere ben oltre i 25 Km/h, per amore dell’informazione.

Design

I gusti sono gusti ma il bello è sempre apprezzato! No? I migliori monopattini elettrici di nuova generazione hanno un disegno accattivante e particolari colorazioni che richiamano dal design minimale, come il nuovo Ninebot E22E e Inokim, a forme più sportive quali Kaabo Mantis o Dualtron Mini.

I monopattini elettrici sono sicuri?

Come tutti i dispositivi può capitare di trovare veicoli a basso costo che non dispongono delle caratteristiche base per la nostra sicurezza. Ecco perché la legge prevede l’obbligo del marchio CE e di tutte le certificazioni necessarie. Ti consigliamo di indossare sempre il casco e di non superare i limiti previsti dalla legge che regola l’uso del monopattino elettrico dal 2020.

Quanto costano i migliori monopattini elettrici?

Quando parliamo di prezzi è necessario distinguere i mezzi per adulti destinati alla circolazione in strada, quindi veri e proprio veicoli, dai monopattini per bambini e/o  monopattini giocattolo. Ovviamente parliamo solo dei migliori monopattini elettrici presenti sul mercato, in quanto rispettano appieno tutte le normative e le leggi preposte. Che cosa intendiamo per monopattini per bambini o “giocattolo”? Tutti quei veicoli funzionanti, che hanno le caratteristiche di un monopattino elettrico ma non sono adatti alla circolazione in strada.

Il prezzo è sicuramente un dato importante che ci aiuta a riconoscere fin da subito che tipo di monopattino abbiamo davanti. Il prezzo minimo per l’acquisto di un monopattino elettrico per adulti nuovo è di circa 400€.

Sotto questa cifra si può andare incontro a problematiche di varia natura e, soprattutto, non vivrete un’esperienza di guida appagante. Anzi, al contrario potrebbe risultare abbastanza sofferente. La differenza sta nell’utilizzo di materiali di bassa lega, ruote con pneumatici eccessivamente duri e non adatti a tutti i tipi di manto stradale, autonomia della batteria scarsa (parliamo di 8 Km percorsi), potenza nominale sotto ai 250 W e velocità estremamente limitata.

La seconda valutazione da effettuare è la notorietà del marchio. Potreste avere dei problemi tecnici o meccanici, magari per l’usura nel tempo o per piccoli incidenti. È fondamentale considerare solo marchi affidabili e ben conosciuti, capaci di potervi assistere nel caso aveste bisogno di acquistare pezzi di ricambio od accessori nel corso del tempo.

Nel caso in cui non abbiate ricevuto assistenza dal vostro produttore potete rivolgervi al nostro servizio di assistenza monopattini elettrici. Il consulto è assolutamente gratuito e, solo dopo aver diagnosticato il problema ed aver stilato un preventivo approvato dall’utente, si procedere alla riparazione del mezzo

Ma tornando al discorso relativo al giusto prezzo per i migliori monopattini elettrici, le fasce indicative che la redazione di monopattino elettrico ha individuato in base alle prestazioni ed alle caratteristiche sono ben 4.

Entry level

Si intendono tutti quei monopattini che hanno un costo compreso tra i 300€ ed i 500€. Solitamente questi mezzi hanno un range tra i 20 e i 25 km di autonomia con modalità Echo, un motore nominale compreso tra i 250 W ed i 300 W ed un solo ammortizzatore.

Mid level

Hanno un costo che varia dai 600€ ai 1000€ circa. Sono veicoli molto buoni, adatti ad un utilizzo frequente, con un range di autonomia fino a 50 Km. In base al modello possono essere dotati di almeno due tipologie di freno combinate, ruote tubeless o con camera d’aria ed un motore tra i 350 W ed i 500 W.

Expert level

Tra i 1000€ ed i 1500€ troviamo monopattini elettrici molto buoni consigliati ai più esperti, ovvero a chi già ha avuto la sua prima esperienza e necessita di un veicolo più performante. Doppia ammortizzazione, doppi freni, ruote da 10” o superiori, range di autonomia minimo di 50 km, potenza nominale del motore 500 W.

Top level

Dai 1500€ in su, troviamo monopattini elettrici di ultima generazione, spesso con un’ammortizzazione anteriore e posteriore capace di adattarsi a qualsiasi percorso (spesso anche off road). L’impianto frenante è ottimo ad esempio con doppi freni a disco, un’autonomia che in alcuni casi arriva fino ai 70 Km, potenza nominale minima 500 W e batterie agli ioni di litio LG top di gamma.

Puoi utilizzare il nostro motore di ricerca e filtrare per prezzo. Troverai tutti i modelli di monopattino elettrico della fascia desiderata.

Come scegliere il modello adatto?

Per scegliere il modello di monopattino elettrico più adatto a te, devi ragionare sulle tue esigenze. Di cosa ti sto parlando? Di utilizzo, portafoglio, sicurezza ed anche design. Comunque ti deve sempre piacere, no?

  • Utilizzo: valuta attentamente quale sarà il tuo utilizzo maggiore. Se vorrai usarlo per spostamenti brevi e frequenti, come andare al lavoro od in palestra o se cerchi un veicolo per intrattenerti il fine settimana cerca di calcolare i Km che percorrerai quotidianamente per fare un parallelo.
  • Portafoglio: definisci un budget che vorrai dedicare all’acquisto, tenendo in considerazione quanto spiegato sopra riguardo ai prezzi del mercato. Vi consiglio di allocare un budget di 50€ per un paio di accessori utili.
  • Sicurezza: se acquistate un monopattino elettrico con marchio CE siamo già a buon punto ma ci sono delle variabili da considerare per aumentare le condizioni di sicurezza del nostro monopattino. Avere un impianto frenante più performante o ruote più grandi ci aiuta ad avere più stabilità. Questo ovviamente influenzerà il prezzo.
  • Design: anche l’occhio vuole la sua parte! Scegli lo stile che più ti caratterizza e che ti fa sentire a tuo agio. Ci sono diversi tipi di telaio, ancora non moltissimi come nel settore automotive, ma le varietà disponibili sono aumentate in solo un anno. Valuta se acquistare un modello più compatto ed elegante oppure sportivo con colorazioni più accese.

Dove acquistare i migliori monopattini elettrici?

L’acquisto del primo monopattino elettrico è sempre un momento emozionante. Immagino avrete scandagliato la rete, fatto qualche domanda su qualche gruppo Facebook a tema specifico (nella parte finale dell’articolo troverete quelle che per me sono le migliori community  su Fb) e confrontati con il vostro amico “Trend Setter”. Per capirci è quello che il monopattino lo ha comprato l’anno scorso quando ancora non era di moda. Giusto? Nel caso non fosse così, i consigli che vi sto per dare sono ugualmente utili. Questo perché non va mai sottovalutato l’acquisto.

Dopo aver individuato il modello che fa per voi, dovete capire quali sono i rivenditori e quale tra questi vi offre il prezzo migliore. Una cosa importante da considerare sono le tempistiche di ricezione del dispositivo.

Qui possiamo aprire una parentesi dedicata. Purtroppo la situazione pandemia ha penalizzato le spedizioni, soprattutto quelle provenienti dalla Cina. Mettetevi quindi l’anima in pace qualora la vostra scelta ricada su modelli non disponibili subito in Italia. Parliamo anche di 60/70 giorni di attesa!

Tornando a noi, vi spiego esattamente le varie differenze ed esperienze di acquisto.

migliori monopattini elettrici, scatola di consegna

Amazon

Lo conoscete tutti e senza dilungarmi troppo, possiamo dire che è un buon rivenditore. Il problema principale è che trovate quasi solo ed esclusivamente modelli “Entry level”, per il resto è assolutamente veloce e sicuro. Ad esempio trovate molti Ninebot o Xiaomi.

Bangood o Ali Express

Altri marketplace specializzati, ma che purtroppo rientrano nelle attese fino ai 70 giorni. Sia perché i prodotti sono spediti direttamente dalla Cina sia perché potrebbe aver terminato i monopattini nel magazzino. Difatti, a differenza di Amazon, il loro “Out of Stock” non sempre è trasparente. Ad ogni modo ci sono casi in cui la spedizione si è conclusa nella media di 15 gg. Quanto vi sentite fortunati?

E-commerce proprietari o private label

Di shop online specializzati in veicoli elettrici ce ne sono davvero molti, più o meno affidabili. Il consiglio che ti do e di contattare l’assistenza clienti e chiedere informazioni sulle tempistiche di spedizione. Inoltre potete valutate attentamente la professionalità del sito, come è realizzato (se è un sito fatto bene), come ci interfacciamo attraverso il servizio customer care. Andate a vedere il rate ed i commenti dei clienti, anche la loro presenza sui social.

Mediaworld o Euronics

Rappresentano le grandi catene di distribuzione, bene ma non benissimo. Anche qui troviamo spesso e volentieri solo monopattini di fascia bassa, con il prezzo leggermente più alto. Ma se siete impazienti, è sicuramente un canale affidabile.

Negozi specializzati

Gli shop fisici specializzati possono essere un’ottima soluzione. Cercate sempre di capire quali sono i marchi che trattano e se sono solamente rivenditori od anche importatori.

C’è differenza tra importatore e rivenditore?

La risposta è ovviamente sì. L’importatore dialoga direttamente con la casa madre ed è responsabile di ciò che vende sul territorio che presiede (es. Italia). Invece il rivenditore si occupa solamente di rivendere un prodotto importato da qualcun altro. La differenza sta nel prezzo e nelle tempistiche di spedizione. L’importatore infatti gode solitamente di un potere d’acquisto maggiore e di una corsia privilegiata per lo sdoganamento, cosa che il rivenditore non ha.

Purtroppo in Italia alcuni rivenditori non sono molto trasparenti. Lavorano sul venduto, vendono i monopattini ancora prima di ordinarli per garantirsi la liquidità (il profitto) subito e procedere solo successivamente all’ordine. Il risultato? I tempi di attesa non sono mai quelli promessi. Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco!

Gruppi di acquisto

Il consiglio è un NO secco. Potete imbattervi su Facebook o su altri social come Telegram, in gruppi di acquisto. Cos’è il gruppo di acquisto? È una colletta che un gruppo indipendente di persone, senza garanzie, raccoglie per poi procedere ad un maxi ordine in Cina. Questa pratica abbastanza diffusa è ricca di insidie e, oltre ad attendere un periodo indefinito di giorni per ricevere il monopattino elettrico, non avrete nessuna garanzia né sul mezzo né sull’assistenza futura.

Monopattino usato o non usato? Questo è il problema!

Essere o non essere? La domanda è sacrosanta e la risposta è più scontata di quello che si può pensare. Esattamente come ogni altro mezzo di trasporto, vanno valutati diversi aspetti prima di prendere una decisione sicura e definita.

Per l’acquisto di seconda mano la convenienza sta nel rapporto che c’è tra il prezzo del modello in questione ed i km percorsi. Ricordatevi che tutte le informazioni sullo stato di salute del monopattino usato sono indicate per sommi capi, in quanto non esiste un pannello di controllo fedele che possa fornirvi lo stato effettivo del veicolo. Il conta chilometri presente nel firmware (il software del monopattino) può essere facilmente manipolato, quindi valutate l’usura del veicolo nel suo complesso e soprattutto effettuate dei test di prova prima dell’acquisto.

Nessuno garantirà al posto vostro se non il privato venditore. Informatevi sul marchio che stato acquistando, sul prezzo di mercato e stimate una svalutazione in base all’utilizzo. In alcuni casi, quando parliamo di modelli Expert e Top, può essere molto conveniente.

Il motivo della vendita

Ci sono molti utilizzatori che ambiscono a modelli sempre più performanti (come succede spesso con gli smartphone di ultima generazione) e sono disposti a vendere monopattini elettrici di alta gamma a prezzi convenienti. In questo modo possono reinvestire subito il budget e testare nuovi dispositivi. Considerate la possibilità di effettuare investimenti sui componenti che si usurano nel tempo come le batterie, gli pneumatici e le pasticche dei freni. Si ad un buon usato di qualità, no ai rottami.

Come utilizzare un monopattino elettrico

Se siete arrivati fino a qui, siete pronti per il vostro primo giro su di un monopattino elettrico. Non siete emozionati? Sappiate che questa esperienza entrerà a far parte della vostra vita e vi cambierà sensibilmente, ve lo assicuro. Fino a poco più di anno fa, non avrei mai pensato che un “aggeggio” del genere potesse avere un impatto su di me così grande. Le mie condizioni di stress sono migliorate, come l’attenzione ed il rispetto dell’ambiente ha raggiunto una consapevolezza maggiore. Siete pronti? Se il vostro monopattino è ancora dentro lo scatolone d’imballaggio, apritelo e procedete collegando i vari componenti ed a rimuovere tutti gli stickers di protezione.

Finalmente è arrivato

In base al modello ordinato, ci sono una o più parti da montare e collegare. Ma state tranquilli è tutto molto semplice.

Terminato il set up iniziale, potete provare subito ad accenderlo. Sentirete un bip od un suono che vi segnalerà che il monopattino è attivo. Ora, accendete le luci e verificate che sia tutto ok prima di scendere in strada.

Prima di partire vi suggeriamo di indossare il casco, anche se non è obbligatorio per i maggiori di 18 anni. Vi salva la vita!

Ora salite sul monopattino elettrico, schiacciate il pulsante di accensione ed assicuratevi che il dispositivo sia attivo. Prima di iniziare studiate i comandi di controllo nel manuale (acceleratore, freno, modalità di guida, accensione luci). Mettete il piede che regolarmente usate per fare il primo passo sulla pedana e con il secondo date una spinta muscolare, non fortissima, ma sufficientemente forte per raggiungere almeno i 4 km/h. Questo è il limite minimo per consentire al motore del monopattino elettrico di entrare in azione.

Note importanti

Questa funzione non è presente in tutti i modelli. Alcuni non necessitano della spinta iniziale, in altri si può attivare o disattivare. La caratteristica è molto utile nelle situazioni in cui trasportiamo il monopattino acceso a mano o se accidentalmente tocchiamo l’acceleratore in una situazione di fermo. In questo caso il dispositivo non si attiva salvaguardando i pedoni od eventuali ostacoli.

Vi consiglio di effettuare le prime prove in spazi privati e con modalità Echo (meno veloci). Così, una volta calibrato l’equilibrio ( si tratta di pochi km di apprendimento), procedete pure con la modalità Standard e Sport. I nomi delle modalità di guida possono cambiare a seconda del modello. Buon viaggio!

I marchi dei migliori monopattini elettrici più popolari

Quando parliamo di popolarità non significa necessariamente qualità. Con il boom dei monopattini elettrici alcune aziende hanno avuto una maggiore esposizione e con esse anche i loro prodotti. Un po’ perché sono state in grado di prevedere l’interesse di massa nei confronti della micro mobilità un po’ perché dispongono di investimenti pubblicitari molto alti. In tale corsa al cambiamento, due in particolare si sono distinte proponendo sul mercato alcune soluzioni che hanno un buon rapporto qualità/prezzo. Stiamo parlando di Xiaomi e Ninebot.

Premessa: Xiaomi è una società che ha investito nel 2015 quasi 80M di $ su Ninebot la quale, nello stesso anno, ha acquisito l’azienda Segway.

Logo Xiaomi

Xiaomi

È un’azienda di elettronica di consumo fondata nel 2010 da Lei Jun e Lin Bin. Il primo monopattino elettrico lanciato sul mercato è stato lo Xiaomi Mi Scooter, chiamato anche Xiaomi M365 (attualmente non più in commercio). Subito dopo è stata la volta di Xiaomi mi Pro Scooter, una versione migliorata nell’autonomia della batteria e nella potenza nominale del motore di 300 W. Questo monopattino sebbene abbia problematiche come il sistema di ammortizzazione inesistente, fragilità della meccanica di chiusura ed il parafango delicato in Italia è uno dei mezzi elettrici più acquistati.

A luglio 2020 Xiaomi ha presentato e lanciato sul mercato tre nuovi modelli in una fascia di prezzo che va dai 300 € ai 530€ di Mi Elettric Scooter. Ti sto parlando dil

Nuovi modelli migliori  monopattini elettrici Xiaomi

Nonostante le quote di mercato conquistate, il giudizio popolare rimane quello del “primo monopattino”. Successivamente all’uscita dei nuovi modelli, il sentimento degli amatori dei monopattini elettrici è rimasto deluso dalle poche novità introdotte.

Logo Azienda Ninebot

Ninebot – Segway

Stiamo parlando di una compagnia di robotica con sede a Pechino, che nel 2015 ha acquisito l’americana Segway per continuare la ricerca nel campo dei veicoli elettrici. I dispositivi Ninebot – Segway sono davvero molti e coprono tutte le tipologie, quali:

  • Monopattini elettrici
  • E-Skates
  • GoKart elettrici
  • Veicoli self-balancing
  • Monowheel
  • Addirittura dei veri e propri Robot (date uno sguardo a Loomo Robot 😉)

Il primo monopattino lanciato sul mercato è stato il modello ES1, a seguire il Ninebot ES2. Ma a maggio 2020 sono andati fuori produzione. Entrambi i veicoli hanno riscosso un discreto successo, complice anche una batteria esterna capace di aumentare sensibilmente l’autonomia e trasformare così un ES2 in un Ninebot ES4, con una autonomia di 45 Km.

Il terzo arrivato è il Ninebot Max G30, uno dei monopattini più popolari di tutta la gamma. Parliamo di un’autonomia di ben 65 km. Questo monopattino elettrico è ancora disponibile anche su Amazon.

Nuovi modelli migliori monopattini elettrici Ninebot

A fine Maggio 2020 sono stati rilasciati 3 nuovi modelli di Ninebot:

Inoltre è stata prodotta una serie di monopattini per bambini, Ninebot Zing E8 e Ninebot Zing E10, molto ben fatti e curati nei più minimi particolari.

Ad eccezione del Ninebot Max G30, vale lo stesso discorso fatto per Xiaomi. I prodotti sono buoni e consigliati per un utilizzo non eccessivo. Molte delle componenti sono in plastica e con gli impatti bruschi è facile che si usurino nel tempo. I modelli ES1 e ES2 hanno inoltre un gioco sullo stelo che, nel corso del tempo, tende anche ad accentuarsi.

I modelli più popolari

Ad affermarsi, negli ultimi anni, sono stati due modelli in particolare. Lo Xiaomi Mi M365 Pro ed il Ninebot ES2. Diversi i fattori che hanno portato al successo nel mercato italiano di questi due dispositivi. Uno è sicuramente il prezzo “nazional popolare” al di sotto dei 500€, il secondo invece la scarsa competizione e terzo il giusto rapporto qualità prezzo.

Quando nel maggio del 2019 si approvava la sperimentazione con il decreto Toninelli, le uniche aziende pronte ad entrare nel mercato erano proprio Xiaomi e Ninebot. Non si può negare che non ce ne fossero delle altre ma per una serie di motivi legati all’equipaggiamento, alla quantità disponibile in magazzino ed al marketing non sono emerse in modo così efficace.

Migliori monopattini elettrici per adulti del 2019? Ecco il numero 1

Proviamo a tirare le somme decretando quello che, per diversi motivi (discutibili), incoroniamo come miglior monopattino elettrico del 2019. Il giudizio è espresso tenendo in considerazione non solo le performance ma anche il prezzo, le vendite e la stessa popolarità.

Il vincitore è lo Xiaomi Mi Scooter Pro.

Questo 300 W ha letteralmente ammaliato gli italiani, diventando un’icona del monopattino elettrico in tutta la penisola. Dal design sobrio, un’autonomia di 45 km ed un peso di 14.2 Kg è il giusto compromesso che ha convinto migliaia di persone.

Il monopattino è equipaggiato con ruote da 8.5” con pneumatici a camera d’aria, un freno anteriore elettrico ed uno posteriore a disco meccanico. Da display a LED è possibile monitorare la velocità che non supera i 25 km/h, la batteria e le modalità di guida (tre in totale Echo, Drive e Sport). Il veicolo è sprovvisto di ammortizzatori ma, come già detto precedentemente, è possibile installarne uno acquistandolo da società terze.

I difetti sono il parafango molto fragile ed il sistema di chiusura, rischioso a tal punto da subire un richiamo da parte di Xiaomi che con un comunicato che ha spiegato l’errore. In alcuni lotti sono stati installati i ganci del sistema di chiusura, in alluminio anziché acciaio.

Al secondo posto non possiamo non citare il Ninebot Max G30, utilizzato anche dalle società di sharing come Helbiz. Tuttavia il prezzo di 799€ ha escluso diverse persone dall’acquisto.

Chi vince tra i migliori monopattini elettrici per adulti del 2020?

migliori monopattini elettrici, KingSong n10

Nell’arco di un anno, l’industria dei monopattini elettrici è letteralmente esplosa. Siamo impazziti per questo fantastico veicolo a due ruote ed i produttori si sono messi subito in opera per cercare di ottimizzare sulla base dei feedback ricevuti dai consumatori.

Diverse compagnie hanno acquisito popolarità cercando di adeguare i loro mezzi alla normativa vigente in Italia. Uno su tutti si è distinto per serietà ed ingegneria. Di chi stiamo parlando? Di Kingsong. Kingsong è un produttore di veicoli elettrici di Hong Kong che dal 2012 si occupa di fare ricerca nel campo della micromobilità. Il loro prodotto di punta è il monowheel ma anche con i monopattini elettrici non se la cavano niente male.

La serie N con Kingsong N8 e Kingsong N10 sono sicuramente i migliori monopattini elettrici del 2020. Le caratteristiche sono molto simili. L’N8 monta ruote da 8” mente l’N10 da 10”, hanno stesso design ed entrambi equipaggiati da un ammortizzatore posto nella parte posteriore, un freno a tamburo anteriore ed uno elettrico posteriore. L’unica cosa che cambia, oltre alle dimensioni degli pneumatici sono le potenze di picco. Una da 1100 W per l’N8 e l’altra da 1250 W per l’N10.

Il marchio Kingsong è presente su tutto il territorio italiano grazie ad una buona rete capillare di rivenditori.

I migliori monopattini elettrici per i bambini

migliori monopattini elettrici per bambini

La legge italiana proibisce ai minori di 14 anni di circolare in strada con un monopattino elettrico. Al di là della legge rimane la possibilità di utilizzarli all’interno di spazi privati ed ovviamente con dispositivi adeguati all’età del bambino. Diversi brand si sono adoperati per costruire dei monopattini elettrici sicuri in base all’età. 3 sono le fasce individuate:

  • Dei più piccoli 6-8 anni
  • Dagli 8 ai 12 anni
  • Dai 12 ai 14

Monopattini per bambini (6-8 anni)

Denver SCK-5300 è realizzato in alluminio e dotato di gomme antiforatura con manubrio regolabile in altezza. Motore da 100 W e velocità massima di 6 Km/h, con un peso di 5,6 Kg ed una capacità di carico fino ai 50 Kg.

FP-TECH ha caratteristiche molto simili al Denver quali un telaio in alluminio, motore 120 W, 12 Km/h di velocità. È disponibile con meno colorazioni ma ad un prezzo molto conveniente.

Monopattini per bambini (8-12 anni)

RAZOR Power Core E90 questo monopattino è realizzato in acciaio e ha una velocità massima di 16 km/h. Il manubrio è fisso ed il freno a tamburo azionabile da una leva del manubrio come nelle biciclette.

Ninebot ZING E 8 è il monopattino dalle colorazioni vivaci del celebre marchio Ninebot. Zing E8 è ideale per i ragazzi dagli 8 ai 12 con telaio in acciaio, velocità massima di 14 km/h ed un’autonomia di 10 Km. È completo di ammortizzatore anteriore e ruote piene in gomma sintetica. Possiede 3 freni per una sicurezza maggiore e cioè quello manuale posteriore, meccanico anteriore ed elettrico rigenerativo.

Monopattini per ragazzi (12-14)

Ninebot ZING E 10 è progettato appositamente per i teenagers. Questo monopattino mantiene le caratteristiche del suo fratellino minore E10, con un tocco di sprint in più di velocità fino ai 16 Km/h. Due modalità di guida, “safe” e “turbo”, tre freni ed adesivi catarifrangenti.

La migliore Assistenza per i migliori monopattini elettrici

Assistenza tecnica per i migliori monopattini elettrici

I veicoli elettrici possono avere problematiche diverse rispetto ai veicoli tradizionali. Per questo motivo vi suggeriamo, nel caso aveste bisogno, di contattare un centro specializzato e non di affidarvi ad improvvisati od a ciclofficine che non hanno mai lavorato con dei veicoli elettrici. Se non sapete a chi rivolgerti, potete compilare il form presente nella sezione di monopattinoelettrico.info dedicata alla ricerca di centri autorizzati. Sarete ricontattati da un’officina specializzata.

La riparazione più diffusa è la sostituzione di una gomma forata. Questo dipende dal tipo di ruota che equipaggia il monopattino, se tubeless od a camera d’aria e dal manto stradale che percorrete più o meno dissestato. Optare per delle gomme tubeless riduce di molto la possibilità di forare, come la garanzia quotidiana che le ruote abbiano sempre la pressione ideale. Per un peso di carico fino ai 90 Kg si raccomandano i 3 bar di pressione per la ruota anteriore ed i 3.5 bar per la ruota posteriore.

Altre criticità frequenti impattano l’asse dove poggia il manubrio, la centralina od i punti di contatto dove viene inserito il connettore. I guasti possono essere più o meno gravi o, in alcuni casi, anche superficiali. Tuttavia vi sconsigliamo di non smontare il monopattino a meno che non siate degli esperti.

Viaggiare solo con i migliori monopattini elettrici

Viaggiare con il monopattino è possibile? Certo che si! Chiedetelo a Jakidale, noto youtuber italiano che ha percorso un viaggio da Milano a Roma interamente in monopattino elettrico. Possiamo definirlo un esperimento che, seppur faticoso, è andato a buon fine.

Ad oggi le possibilità per viaggiare con un monopattino elettrico non sono infinite, ma con una buona organizzazione potreste affrontare un viaggio divertente e risparmiare sul carburante. Prima di partire valutate attentamente le capacità del vostro monopattino e pianificate nei dettagli il tempo degli spostamenti ed i Km che percorrerete. Così non rimarrete a piedi.

Sfruttate la trasportabilità del monopattino per utilizzare i trasporti pubblici e visitare mete lontane od inaccessibili con altri mezzi. Un esempio sono i centri storici delle grandi città a traffico limitato come Roma, Milano o Venezia. L’equipaggiamento è essenziale e valutate sempre con molta attenzione quali sono gli oggetti necessari che potrebbero essere utili. Un power bank portatile? Un K-way? Delle chiavi a brugola?

Purtroppo trasportarlo in aereo non è possibile. Per via delle batterie agli ioni di litio presenti nel monopattino, nessuna compagnia aerea autorizza il trasporto in stiva del veicoli. Perché? Il pericolo, a causa dell’alta quota, è che le batterie potrebbero innescare un incendio. Se vuoi saperne di più su questo tema puoi leggere il nostro approfondimento “Trasportare il monopattino elettrico in Aereo: è possibile?”

Community di monopattini elettrici in Italia

migliori monopattini elettrici, community in Italia
Raduno club monopattini Milano

Nell’ultimo anno sono nate tantissime le community online con lo scopo di fornire un maggior confronto e creare un cultura sul mondo dei monopattini elettrici. In realtà anche sulla mobilità sostenibile in generale.

  • Dove trovare un “club del monopattino elettrico”: la maggior parte delle community sono presenti su Facebook e Telegram, ma esistono anche dei forum che trattano tutti i tipi di veicoli elettrici.
  • Come scegliere un gruppo: se preferisci confrontarti con gli utilizzatori della tua città, ti consiglio di far parte di un gruppo locale o regionale. Puoi cercare sul motore di ricerca di Facebook o Telegram “Monopattini elettrici – nome della città o regione- “. Se invece preferisci una community verticale su un modello di monopattino elettrico in particolare scrivi “-modello del monopattino- città o regione italiana”.

Se vuoi puoi iscriverti al nostro gruppo privato Facebook ed al nostro canale Telegram. Nei mesi scorsi, all’interno della rubrica Electrical Mass, abbiamo intervistato due dei gruppi più popolari d’Italia “Club Monopattini Milano” (da poco diventato associazione) e “Monopattini elettrici Bologna”.

Altri gruppi rilevanti sono: Club Monopattini Torino, Monopattini elettrici Firenze, Monopattini Roma,Monopattini elettri Marche, Monopattini elettrici Catania, Monopattini elettrici Palermo, Monopattini Brescia, Monopattini Bari, Monopattini Novara, Monopattini Genova e Monopattini Vicenza.

Il bonus per i migliori monopattini elettrici 2020

Che cosa intendiamo quando parliamo degli incentivi dei monopattini elettrici nel 2020? Il buono mobilità è un contributo statale pari al 60% dell’importo speso non superiore a 500€ per l’acquisto di mezzi a propulsione elettrica (monopattini, hoverboard e segway, biciclette a pedalata assistita) e biciclette.

Il bonus per i monopattini elettrici nel 2020 è stato introdotto con il decreto rilancio il 13 maggio. Prevede il rimborso per chi ha acquistato un veicolo dal 3 maggio fino al 21 dicembre 2020.

  • Come funziona? Per poterne usufruirne è necessario presentare apposita domanda attraverso l’applicativo (disponibile dal 3 Novembre 2020) messo a disposizione dal Ministero dell’ambiente. Inoltre si deve allegare necessariamente la fattura di acquisto o la ricevuta fiscale idonea (fase 1) od utilizzando il coupon direttamente dal venditore (fase 2).

N.B.: nella fase 1 rientrano tutti gli acquirenti dal 3 maggio 2020 al 3 novembre 2020. Nella fase 2 solo quelli dal 3 novembre al 31 dicembre 2020.

  • Quali sono i requisiti necessari? Per l’anno 2020 possono usufruire del buono mobilità tutti i cittadini maggiorenni con residenza nei capoluoghi di regione, capoluoghi di provincia e nei comuni con il numero di abitanti superiore a 50.000. Inoltre anche chi risiede nei comuni delle città metropolitane sotto ai 50.000 abitanti.
  • Chi NON può usufruire del buono? Tutti i residenti che abitano nei comuni delle città non definite metropolitane con meno di 50.000 abitanti.
  • Quali sono le città metropolitane? Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino e Venezia.

Per informazioni più dettagliate riguardo l’incentivo del monopattino elettrico del 2020 potete consultare il sito del Ministero dell’ambiente.

I migliori monopattini elettrici al tempo del Covid

Il monopattino elettrico è considerato uno dei mezzi di trasporto più efficaci per combattere il contagio del virus Covid-19 che ci ha travolto all’inizio di quest’anno. Ad oggi non ci sono né vaccini né farmaci in grado di poter contrastare questa pandemia, l’unico modo rimane il distanziamento sociale evitando quindi di entrare in contatto con casi infetti. Il valore aggiunto dei monopattini elettrici rispetto ai mezzi tradizionali è la possibilità di mantenere le opportune distanze, a differenza della metropolitana o dell’autobus che spesso e volentieri sono sovraccarichi.

Da considerare inoltre che ci sono delle ipotesi della SIMA (società italiana di Medicina ambientale) che spiegano come la concentrazione di PM10 permetterebbe al virus di viaggiare più lontano. L’utilizzo di un mezzo echo-friendly aiuterebbe il contrasto al virus diminuendo l’inquinamento atmosferico.

Opinioni sui migliori monopattini elettrici

In questa guida, oltre a fornire le principali nozioni utili a scegliere tra i migliori monopattini elettrici in commercio, abbiamo cercato di ripercorre le tappe principali che stanno letteralmente rivoluzionando la mobilità urbana del nostro paese e di tutto il mondo.

Le opinioni a riguardo sono ancora contrastanti. Se da un lato si tende a spostarsi sempre di più in modo ecosostenibile, dall’altro si pongono dubbi sulle modalità di circolazione e sulla tutela e regolamentazione delle persone in strada.

Nonostante le vivaci discussioni sul tema, è apprezzabile notare come la normativa a riguardo si sia evoluta in così poco tempo. Il tutto nella speranza di poter assistere ad un passaggio all’elettrico più vantaggioso possibile per il nostro ambiente e per il benessere di tutti.


Icona monopattinoelettrico.info
Vuoi diventare nostro partner? Vedi tutti i dettagli

Rimani sempre aggiornato!

Seguici sui nostri canali SOCIAL 😉

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento!
Please enter your name here