Il monopattino elettrico a Eicma 2021: la più importante esposizione nel settore delle due ruote. Una manifestazione irrinunciabile per espositori e semplici appassionati alla quale semplicemente è impossibile mancare.

E ovviamente noi di monopattinoelettrico.info non abbiamo perso l’occasione di scoprire cosa si muove nel mondo delle due ruote. Abbiamo visitato Eicma nei giorni di 23 e 24 novembre, aperti alla stampa e agli operatori, per trarne impressioni ed anticipazioni, che vi racconteremo.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021
L’ingresso di Eicma 2021. Una porta verso il futuro della mobilità.

I numeri.

Riprendiamo i numeri di questa eccezionale manifestazione direttamente dal sito di Eicma:

Per la passata edizione sono stati registrati dati impressionanti.

  • Superficie Totale occupata 280.000 mq di cui 85.000 MotoLive
  • 1.887 Brand provenienti da più di 44 paesi (il 64% rappresenta l’Estero)
  • Giornalisti 4.053
  • Influencer e Operatori Media 4.065
  • Operatori del Settore 43.623 (il 55% rappresenta l’Estero)

Quest’anno la superficie occupata è rimasta la stessa, suddivisa in 800 operatori provenienti da 35 paesi del mondo. I dati dei visitatori non sono ancora definitivi ma viene previsto un ulteriore aumento dell’affluenza rispetto al 2020.

Il circuito test riservato alle E-bike
Il circuito test riservato alle E-bike

A chi si rivolge l’Eicma?

Un tempo “salone del ciclo e motociclo”, Eicma vedeva un ruolo praticamente paritario tra due ruote a pedali e motorizzate. Oggi la bicicletta ha sue manifestazioni specifiche molto frequentate e attese, quindi l’accento si sposta molto più sul mondo della moto, dello scooter. Un palcoscenico appassionante tra passato, presente e futuro. 

La bicicletta resta comunque ben presente, specialmente nelle sua versione elettrica. Tra gli stand più ammirati della manifestazione ci sono stati quelli di produttori italiani come Atala e Bottecchia. L’accento motoristico era comunque reso evidente dall’assenza di marchi leggendari come Bianchi, Colnago, Pinarello, che si rivolgono ormai ad altre manifestazioni.

Eicma è sempre più l’esposizione del motociclo, dello scooter, del cargo. Dei grandi marchi come Honda, Piaggio, Suzuki, Cagiva, Yamaha, Guzzi e dello sguardo verso il futuro di un settore che, mentre vive il presente, si interroga sul futuro. Un futuro ormai chiaramente elettrico. Ed è proprio qui che si affaccia il monopattino.

Anche a Eicma il futuro è elettrico.

Gli appassionati di motori termici trovano ovviamente nel menù principale di Eicma tantissimo pane per i loro denti. La moto, nel suo senso più classico, resta la regina incontrastata.

Ma chi legge in filigrana il futuro vede come il nuovo si faccia sempre più spazio, nella sostanza e nelle forme. Nuovi modelli elettrici, un nuovo pensiero di mobilità sostenibile, e anche nuovi brand totalmente elettrici che si affiancano ai giganti del presente e del passato, reclamando attenzione.

La rivoluzione elettrica si fa strada anche tra i padiglioni di Eicma
La rivoluzione elettrica si fa strada anche tra i padiglioni di Eicma

Uno stand simbolico da questo punto di vista è quello di Cake, il marchio svedese di moto elettriche, il cui motto è “light, quiet and clean”. Da Cake tutto è design, innovazione, pulizia e nuovo. Uno stand che per molti versi è stato capace di rubare la scena a marchi ben più affermati, con uno stile diverso, senza ragazze sorridenti sedute sui mezzi. Tutta sostanza, ingegneria, innovazione e stile.

L’aria che si respira da Cake è pulita, fa realmente pensare che un futuro diverso sia possibile, e persino alle porte. E che presto, tutto quello che è stato emozionante fino a oggi comincerà a odorare di un passato al quale non vogliamo tornare.

La nuova mobilità e l’attenzione al lavoro.

Molto visibile, sia nella gamma Cake che in tutto quello che si muove nel campo elettrico è l’attenzione estrema al settore del veicolo da lavoro. La mobilità sta cambiando e prima di tutto cambierà nelle città e nei mezzi utilizzati per il delivery e gli spostamenti di merci.

Molto abbiamo già visto nelle nostre strade. Quello che ancora non abbiamo incontrato in città lo abbiamo visto nei padiglioni di Eicma.

Nuove forme di cargo, a due, tre e quattro ruote. Sempre e invariabilmente elettriche. Talvolta (come nel caso dei modelli proposti da Cake) strizzando un occhio al passato; talvolta totalmente futuribili.

Ma sempre con un cuore elettrico, silenzioso, pulito, che cambierà il rapporto tra lavoro e città.

I modelli cake dedicati al trasporto di corrispondenza e documenti.
I modelli cake dedicati al trasporto di corrispondenza e documenti.

Tra tradizione e innovazione, lo stile Cake ha colpito i visitatori di Eicma.
Tra tradizione e innovazione, lo stile Cake ha colpito i visitatori di Eicma.

La motocicletta da cross Cake, classica nelle forme, rivoluzionaria nella sostanza.
La motocicletta da cross Cake, classica nelle forme, rivoluzionaria nella sostanza.

Anche la maximoto race sposa la rivoluzione elettrica nei padiglioni di Eicma, con Verge.
Anche la maximoto race sposa la rivoluzione elettrica nei padiglioni di Eicma, con Verge.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021.

Nell’ambito di una nuova mobilità sostenibile che si afferma sempre più, anche il monopattino elettrico si è fatto largo ad Eicma. La sua presenza è ancora un po’ a macchia di leopardo ma ormai la strada è tracciata.

Alcuni grandi marchi, come nel caso delle biciclette, si sono risparmiati per le manifestazioni più strettamente di settore. Altri hanno approfittato dello spazio loro concesso dalla concorrenza per fare uno show di immagine e forza che ha lasciato il segno.

In almeno un caso, si è visto l’impegno di uno storico marchio motociclistico per proporre una gamma che lascerà gli appassionati a bocca aperta e che promette di diventare un punto di riferimento del segmento superiore del monopattino elettrico.

Icone: italian style e intermodalità low cost.

Icone, il marchio italiano di monopattini ha puntato molto su Eicma, con uno stand di grande impatto che ha mostrato al pubblico e agli operatori la impressionante gamma di colori del suo modello di punta Spillo.

Spillo affascina con la sua livrea e soprattutto colpisce con un prezzo di partenza sotto i 200 euro. Spillo è un mezzo dal costo estremamente contenuto, dedicato all’ultimo miglio, fatto per chi si sposta in modo intermodale, utilizzando sia il trasporto pubblico che il mezzo privato.

Per chi chiede qualcosa di più al suo monopattino, Icone propone il modello SpilloPro, a un costo solo leggermente superiore. 

Anche i più piccoli trovano posto nella gamma, con Spillo Kid, un monopattino dalle proporzioni adatte alla prima esperienza.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Il notevole stand Icone a Eicma
Il notevole stand Icone a Eicma
Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Notevole la gamma di colori di Spillo, il monopattino easy di Icone.
Notevole la gamma di colori di Spillo, il monopattino easy bandiera di Icone.

Helbiz sbarca ad Eicma con innovazione e performance.

Tra tutti i marchi del mondo dei monopattini, Helbiz è sicuramente quello che si è imposto con la presenza più impressionante e visibile.

Un grande stand, una conferenza stampa che ha presentato anche eSC racing, la formula 1 del monopattino, di cui Helbiz sarà un team protagonista.

Ammiratissimo dal pubblico (e da noi) è stato il monopattino che correrà il campionato: lo Ycom S1-X, che ha fatto capolino anche in altri stand ma che sotto le luci di Helbiz ha trovato una valorizzazione all’altezza dei suoi contenuti tecnologici e di performance.

Con eSC racing, l’emozione della competizione sposa la sostenibilità, in modo che sarà sicuramente appassionante da seguire. Ve lo racconteremo, man mano che le prime date del campionato si avvicineranno. Potete farvi una prima idea in questo articolo.

Helbiz ha inoltre giocato d’anticipo presentando in anteprima mondiale  il nuovissimo ONE-S, il primo monopattino elettrico per lo sharing caratterizzato da un design 100% made in Italy. Un mezzo che si rispecchia con molti elementi comuni nel fratello destinato alla vendita: HELBIZ ONE. Anche questa una innovazione firmata dal marchio italiano di sharing (e molto altro) quotato al Nasdaq di New York.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Lo spettacolare Ycom S1-X che correrà l’eSC racing, in livrea del team Helbiz
Lo spettacolare Ycom S1-X che correrà l’eSC racing, in livrea del team Helbiz

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Grande attenzione della stampa per il nuovo Helbiz ONE-S, destinato allo sharing.
Grande attenzione della stampa per il nuovo Helbiz ONE-S, destinato allo sharing.

L’emozione MV Agusta: una nuova frontiera del monopattino.

Girando per gli stand di una fiera di settore ci si informa, si confronta, si getta uno sguardo sul presente e sul futuro. A volte ci si stupisce.

Ma ogni tanto ci si emoziona veramente, in uno di quei momenti in cui si trattiene per un attimo il fiato e la nostra parte razionale cede il posto alla pura e semplice ammirazione.

A noi è successo scoprendo lo stand MV Agusta. Il leggendario marchio motociclistico ha presentato ad Eicma un prototipo che getta uno sguardo affascinante sul futuro. E’ Morazzone, il curioso nome di questo concept vehicle, tecnicamente derivato (almeno così pensiamo) dal suo cucino commerciale Rapido, ma stilisticamente proiettato tra passato remoto e avvenire, tra scooter italiano e monopattino del futuro, un mix seducente che richiama addirittura il mondo dei fumetti Marvel.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Morazzone, il prototipo MV Augusta che ha stregato Eicma
Morazzone, il prototipo MV Augusta che ha stregato Eicma
Il monopattino elettrico a Eicma 2021. A metà tra lo scooter e il monopattino, ecco la linea retrofuturista del prototipo MV Agusta
A metà tra lo scooter e il monopattino, ecco la linea retrofuturista del prototipo MV Agusta
La carenatura posteriore di Morazzone MV Agusta richiama suggestioni Marvel
La carenatura posteriore di Morazzone MV Agusta richiama suggestioni Marvel

Il prototipo era affiancato alla nuova proposta MV Agusta nel campo dei monopattini. Un mezzo che per una volta appare concepito in casa, e non frutto di puro e semplice rebranding. Rapido, questo è il nome del nuovo monopattino, mostra sin dall’estetica la sua derivazione motoristica, sportiva: dischi dorati, pinze Xtech, impianto luminoso motorbike style. 

Rapido, un monopattino dalla potenza di 500 watt, quindi legale anche per il nuovo decreto infrastrutture, è in tutto e per tutto un mezzo MV Agusta, ed è questo che lo rende un mezzo fuori del comune, e speriamo anticipatore del nuovo interesse dei grandi marchi di motori per il mondo del monopattino.

Rapido: il nuovo monopattino MV Agusta destinato alla commercializazione
Rapido: il nuovo monopattino MV Agusta destinato alla commercializazione
Il frontale di Rapido, di chiara derivazione motociclistica race.
Il frontale di Rapido, di chiara derivazione motociclistica race.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Le notevoli caratteristiche tecniche del Rapido Mv Agusta.
Le notevoli caratteristiche tecniche del Rapido Mv Agusta.

Cos’altro abbiamo visto ad Eicma.

Visitare Eicma è sempre un’esperienza totalizzante, le novità e gli spunti sono talmente numerosi che ci vorrebbero mesi per approfondirli tutti. Quella che segue è una piccola galleria di altre immagini che ci hanno colpiti all’esposizione milanese delle due ruote.

Tra le sorprese inaspettate, girando per gli stand, un altro Ycom S1-X, il monopattino che correrà l’ eSC Racing, questa volta in livrea gialla. Lo ospitava lo stand di PMT, azienda italiana di pneumatici con oltre 30 anni di attività alle spalle nel campo delle competizioni. Il nome non è dei più noti al grandissimo pubblico ma è un punto di riferimento della pista e in generale della performance, con un grande seguito all’estero, ad esempio negli Stati Uniti. Non è quindi un caso che PMT abbia scelto anche la sfida della Formula Uno del monopattino elettrico, e ne abbia fatto un elemento centrale della sua presenza ad Eicma 2021.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Lo Ycom S1-X che correrà l’ eSC Racing era presente anche allo stand PMT (pneumatici).
Lo Ycom S1-X che correrà l’ eSC Racing era presente anche allo stand PMT (pneumatici).

Il marchio svizzero Hikerboy, ancora non distribuito in Italia si è segnalato con il convenientissimo Brio, che si propone di attaccare il segmento primo prezzo e i coloratissimi Foxtrot e Foxtrot plus. Al top di gamma si colloca l’Urban Turbo, un riuscito connubio città-offroad.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Accattivanti i monopattini Hikerboy Foxtrot e Foxtrot Plus, non ancora distribuiti in Italia.
Accattivanti i monopattini Hikerboy Foxtrot e Foxtrot Plus, non ancora distribuiti in Italia.

Lem Motor dedicava molto spazio al monopattino con una serie di veicoli dall’impostazione divertente e fuoristradistica, uniti dalla caratteristica angolosa pedana XXL.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Lem motor interpreta il monopattino in modo sicuramente personale
Lem motor interpreta il monopattino in modo sicuramente personale con questo modello dall’evidente propensione fuoristradistica.


Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Lem motor, stavolta in versione “army”.
Lem motor, stavolta in versione “army”.

Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Lo stesso concept di pedana ondulata è applicato da Lem anche a modelli più mainstream
Lo stesso concept di pedana ondulata è applicato da Lem anche a modelli più mainstream, ma sempre offroad oriented.


Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Intorno agli stand di monopattini l’attenzione è sempre stata intensa.
Intorno agli stand di monopattini l’attenzione è sempre stata intensa, sia da parte della stampa che degli operatori commerciali.


Il monopattino elettrico a Eicma 2021. Yadea, marchio cinese che si affaccia all’Europa
Yadea, marchio cinese che si affaccia all’Europa, dedicava vasto spazio al monopattino con i suoi modelli, apparentemente di derivazione Ninebot.


Espositori grandi, piccoli, italiani, di tutto il mondo hanno aperto anche quest’anno una finestra sul futuro della mobilità, sempre più elettrico, sempre più col monopattino come protagonista. E’ una realtà che si muove sempre più velocemente. Percorso un altro anno, sarà interessante scoprire quanto lontano saremo arrivati su questo percorso.

Arrivederci a Eicma 2022!

Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento!
Please enter your name here