Un mercato giovane, una carriera dalle grandi prospettive. Per i meccanici termici si apre la prospettiva della riconversione a specialisti dei microveicoli elettrici. Come sempre, la chiave è il tempo: partire prima degli altri.

Molte cose sono cambiate nel mondo della mobilità, tradizionale e no, negli ultimi anni. Ma per quanto clamorose siano state le trasformazioni che abbiamo vissuto fino ad oggi, di una cosa possiamo essere certi: i prossimi anni saranno molto più intensi, più veloci e più radicali.

Quello che abbiamo vissuto è solo un antipasto di una trasformazione radicale, che rovescerà tutti i miti e tutte le abitudini che fino a oggi hanno fatto del vasto e variegato mondo della mobilità, pubblica e privata, quello che è stata.

Due modi di affrontare il cambiamento

Ci sono molti modi di affrontare una grande trasformazione, ma tutti si possono dividere su un asse principale quello che corre tra la negazione/reazione e il suo opposto: cavalcare la trasformazione e trasformarla in una opportunità per se stessi, o per capovolgere le gerarchie del mercato e della sua struttura.

Non sorprendentemente la prima strategia è stata adottata con forza, almeno nei primi tempi, da chi domina il mercato economicamente: le grandi case automobilistiche e motoristiche, che non solo hanno tratto fino ad oggi enormi profitti dal mercato come è, ma che sono impegnati con enormi investimenti da ammortizzare, proprio nel mezzo di quella rivoluzione che è nata quasi dal nulla, dopo aver covato per decenni, quasi inosservata: la rivoluzione elettrica.

Fermare la trasformazione elettrica, o quantomeno ostacolarla, ostracizzare il cambiamento reale delle modalità di trasporto, ridicolizzare la micromobilità, sforzandosi di fermarla con campagne di stampa e di PR che hanno fatto leva sulla naturale ostilità al cambiamento delle generazioni più anziane e della politica più conservatrice, sono state le grandi armi di distrazione di un mondo economico e industriale impegnato a guadagnare tempo per una riconversione che, comunque, chiunque vede come inevitabile, e che sta finalmente avvenendo, pur in mezzo a questa rumorosa battaglia di retroguardia.

Dall’altro lato della barricata si trovano in primis tutti i cittadini stanchi del collo di bottiglia del traffico, dell’inquinamento e del rumore, dei costi crescenti. Una folla perlopiù silenziosa, non solo giovanissima, che ha scoperto nelle mille facce della micromobilità, una occasione per eliminare un pezzo di stress dalla propria vita, e che talvolta lo ha fatto con la consapevolezza di partecipare a una trasformazione più grande. Talvolta, semplicemente, ha scelto una vita più comoda, più piacevole e più economica.

Lo scenario legale e politico di una rivoluzione in atto

In mezzo, si è collocata la politica. Tanto più vicina alla realtà quanto più vicina alla vita reale dei cittadini. La rivoluzione della micromobilità parte dalle città, dalle amministrazioni locali. Dalla consapevolezza toccata con mano ogni giorni che un modello autocentrico è ormai insostenibile e contrario agli interessi dei cittadini, che in ultima analisi sono anche i propri elettori.

Cittadini che, pur in mezzo ad una generale campagna di discredito, hanno apprezzato e talvolta amato le piste ciclabili, le nuove soluzioni di mobilità adottate dalle città, e che sono il vero propulsore di un cambiamento ormai inarrestabile. Nessuno può combattere la realtà: i regolamenti e la realtà economica e professionale, magari con fatica, cambieranno inevitabilmente, e lo stanno facendo, senza pause.

La grande opportunità di un meccanico termico

Le officine meccaniche sono spesso realtà basate su una solida tradizione artigianale, imprese personali o familiari, solo in rari casi arrivano a contare la decina di addetti. Proprio queste realtà si sono rivelate le più dinamiche nell’abbracciare una rivoluzione che avveniva per la strada, e che aspettava solo di essere colta e utilizzata dai professionisti più dinamici del settore.

Oltre l’improvvisazione

Non esistevano scuole, non esisteva esperienza professionale. Anche gli importatori hanno principalmente importato, trascurando la creazione di reti di assistenza solide. Il mercato si è sviluppato impetuosamente. I meccanici che hanno deciso di rispondere a una domanda esplosiva di assistenza da parte degli utenti, lo hanno fatto in larga parte da autodidatti, recuperando su internet le informazioni e gli strumenti che il loro lavoro di pionieri dell’assistenza per la micromobilità elettrica richiedeva.

Electric Hero Academy, una risposta completa e flessibile alla domanda di formazione

La domanda impetuosa di assistenza ha creato una domanda altrettanto forte, e altrettanto variegata di formazione.

Chi sono oggi le figure che desiderano entrare con professionalità, ordine e informazioni certe nel campo della assistenza per la micromobilità elettrica? La nostra conoscenza sul campo identifica un ventaglio molto ampio. A livello individuale:

  • Meccanici “termici” tradizionali, che hanno compreso come la domanda di assistenza della micromobilità elettrica sia una grande opportunità di crescita. O, come minimo, una domanda ineludibile del mercato, alla quale occorre rispondere con sicurezza.
  • Appassionati di tecnologia e di micromobilità che vogliono fare il “salto”, trasformando una passione in una professione
  • Meccanici che hanno già fatto il “salto elettrico” ma lo hanno dovuto fare da soli, e ora vogliono consolidare e organizzare le proprie competenze, trasformando la loro intuizione in una reale possibilità di aggredire il mercato e crescere.

Ma esiste anche una dimensione completamente diversa, quella delle aziende e degli operatori che la rivoluzione elettrica la stanno creando sul campo, ma devono fare i conti con il ritardo di formazione dell’assistenza. Importatori, operatori di sharing, rivenditori alla ricerca, spesso disperata, di officine già operanti in grado di fornire garanzie di professionalità.

A tutte queste diverse, ma convergenti domande esiste oggi una risposta: Electric Hero Academy. Una serie di corsi di formazione che nasce dalla nostra esperienza sul campo, al fianco delle officine, dei professionisti e degli utenti, per la creazione di un network di assistenza che riempisse l’immenso spazio di una domanda in costante crescita.

Electric Hero Academy: l’offerta pronta e “su misura”

Oggi Electric Hero Academy offre ai professionisti del settore e aspiranti tali una risposta flessibile e articolata di corsi online, dal prezzo competitivo e dalla serietà garantita da una esperienza ormai notevolissima in un campo che abbiamo contribuito a creare ed organizzare: quello dell’assistenza per la micromobilità elettrica.

La Electric Academy per il business

L’esperienza e la piattaforma di Electric Hero Academy non si rivolge solo ai professionisti individuali e alle officine grandi e piccole ma anche agli operatori del settore.

Le esigenze possono essere diverse: dalla formazione professionale di una assistenza già esistente ma ancora, per forza di cose, improvvisata, alla creazione di una vera e propria assistenza personale in grado di rispondere alle esigenze dei proprie clienti.

A che tipo di operatori ci rivolgiamo

Il mondo della micromobilità è in evoluzione talmente impetuosa che è difficile “fotografarlo” senza rischiare di dimenticarne pezzi importanti ma il tipo di business che già qui e ora può trovare nella formazione di Electric Hero Academy la risposta giusta alle sue esigenze di sviluppo è certamente uno dei seguenti:

  • Costruttori: per legge è necessario offrire un’assistenza dedicata post vendita in modo da poter garantire la riparazione per due anni dal giorno dell’acquisto.
  • Operatori di sharing: che muovono piccole o grandi flotte che hanno bisogno di assistenza e di un canale affidabile per la sua formazione.
  • Importatori: la micromobilità elettrica, lo sappiamo tutti, si è sviluppata molto più velocemente della capacità di assisterla. Il “salto” è ormai assolutamente necessario e un importatore ha oggi più che mai bisogno si creare, riorganizzare, formare la risposta post vendita che i suoi clienti chiedono e che può fare una reale differenza rispetto alla proposta dei concorrenti
  • Rivenditori: un cliente che sa di essere seguito nel post vendita è un cliente più stabile e molto più redditizio. Un grande rivenditore con una capacità di assistenza “segna il territorio” e lo controlla, in modo molto più solido.

Come contattare Electric Hero Academy

Electric Hero Academy ha un sito internet dal quale amministrare la sua fama di corsi online. Ma dietro al sito ci sono persone e professionalità che sono in grado di mettere a punto con voi, e specialmente con le aziende, risposte mirate alle vostre esigenze.

Per contattare Electric Academy basta cliccare sulla nostra pagina o mandare una mail info@electric-academy.it  

Non esistete a contattarci:Electric Hero Academy è il vostro strumento per fare la differenza. Partire prima degli altri è la garanzia migliore di usare a vostro vantaggio tutte le potenzialità che la rivoluzione elettrica mette a vostra disposizione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento!
Please enter your name here