Si alza a 500 euro il buono per acquistare monopattini elettrici e mezzi a propulsione elettrica.

L’articolo 205 del Decreto Rilancio (pp. 347-350), il cui testo sarà ora posto al vaglio del parlamento, conferma il buono micro-mobilità elettrica con un valore massimo di 500€. Confermata l’introduzione della bike-lane nel Codice della Strada insieme alla ‘casa avanzata’ agli incroci stradali (trovate sotto la spiegazione 😉).

Buono da 500 euro, dove e come utilizzarlo

In attesa di entrare nella fase dei trasporti 2.1 (così definita dal ministro stesso), attualmente sono in movimento sul territorio nazionale circa 3 milioni di persone, di cui il 10% utilizza mezzi pubblici per spostarsi. Come abbiamo scritto nel precedente articolo, il Governo ha stanziato un fondo micro-mobilità per incentivare l’acquisto di un mezzo a propulsione prevalentemente elettrica oppure l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale ad eccezione delle autovetture. L’importo del buono, che inizialmente ammontava a 200 euro, è stato alzato a 500 euro.

CHI SONO I BENEFICIARI

Importanti precisazioni anche per quanto riguarda i beneficiari. Inizialmente sembrava che il buono fosse rivolto soltanto ai Comuni dai 50000 abitanti in su. Ma ora la situazione è un po’ più articolata. Potranno accedere allo sconto i maggiorenni con residenza (non domicilio)

  • nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50000 abitanti)
  • nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50000 abitanti)
  • nei Comuni con popolazione superiore ai 50000 abitanti
  • nei Comuni delle Città metropolitane a prescindere dal numero di abitanti. Le città metropolitane sono 14: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia.

Per la popolazione dei Comuni si fa riferimento alla banca dati Istat relativa al 1 gennaio 2019.

QUALI MEZZI POSSO ACQUISTARE E DOVE

Il buono potrà essere speso per le seguenti categorie di mezzi:

  • biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
  • handbike nuove o usate;
  • veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, di cui all’articolo 33- bis del DL 162/2019, convertito con modificazioni dalla legge 8/2020 (es.  monopattini, hoverboard, segway);
  • servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Sono esclusi invece tutti gli accessori (caschi, batterie, catene, lucchetti, etc…). Si potrà acquistare anche online.

Il buono sarà spendibile dal 4 maggio fino al 31 dicembre 2020 e potrà coprire fino al 60% della spesa complessiva e non il 70% come stabilito inizialmente. Il bonus verrà erogato sotto forma di rimborso effettuando una richiesta attraverso un apposito form on line.

Con il dl rilancio bonus da 500€ per acquistare monopattini elettrici
Con il dl rilancio bonus da 500 per acquistare monopattini elettrici

Come richiedere il buono

Il ministero dell’Ambiente fa sapere in una nota che il buono sarà accessibile tramite un’applicazione web disponibile sul sito istituzionale del ministero entro massimo 60 giorni dalla data di pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale avvenuta il 14 maggio.

SE HAI GIÀ ACQUISTATO UN MONOPATTINO

Il buono ha valenza retroattiva, vale cioè a partire dall’inizio della fase 2 (4 maggio). Chi avesse già acquistato un monopattino, deve conservare la fattura e, non appena sarà disponibile, accedere all’app con le proprie credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Il rimborso sarà concesso a prescindere dal rivenditore presso cui si è effettuato l’acquisto. Indispensabile allegare la fattura all’istanza di rimborso, pena l’invalidità della stessa.

SE ANCORA NON LO HAI ACQUISTATO

Chi invece decidesse di aspettare l’uscita dell’app, dovrà accedervi sempre tramite credenziali SPID specificando il mezzo o il servizio che intende acquistare. Il sistema genererà il corrispondente buono spesa elettronico da consegnare ai fornitori autorizzati. Il buono potrà essere utilizzato soltanto presso quei rivenditori (anche online) che hanno aderito all’iniziativa e accreditati sull’applicazione web. Una volta stampato, il buono ha una validità di 30 giorni.

Bike lane e casa avanzata: come cambia il codice della strada

Confermata l’introduzione all’articolo 3 del Codice della Strada della bike-lane o corsia ciclabile. La corsia occuperà la parte destra della carreggiata e sarà riservata esclusivamente ai velocipedi. La novità inattesa nel medesimo articolo è la ‘casa avanzata’, ovvero una linea d’arresto riservata ai velocipedi posta in posizione avanzata di almeno 3 m rispetto alla linea d’arresto degli altri veicoli. Solo nel caso in cui le condizioni lo permettano (non è quindi una misura obbligatoria), potrà essere realizzata in prossimità delle intersezioni semaforizzate sulle strade urbane con limite di velocità uguale o inferiore ai 50 km/h occupando tutta la larghezza della carreggiata.

Bologna in bicipolitana

Dopo i casi di Milano e Roma, vediamo come Bologna sta gestendo la situazione mobilità. È stata inaugurata da circa una settimana la bicipolitana, una rete che collega i principali centri abitativi, poli produttivi e funzionali dell’hinterland bolognese. Un totale di 493 km ripartiti in 10 direttrici principali e 6 linee complementari. Il completamento dell’intera infrastruttura, previsto nel piano originale per il 2030, è stato per ovvi motivi anticipato ed entro la fine di quest’anno i ciclisti potranno contare già su 275 km pari al 60% delle direttrici principali. Anche il sindaco Virginio Merola ribadisce l’importanza di investire sull’elettrico. Velocizzare i lavori garantirà ai cittadini fin da subito e ancor più da settembre un ulteriore strumento per la loro mobilità.

La bicipolitana dell'hinterland bolognese
La bicipolitana dell’hinterland bolognese

A Torino meno parcheggi a pagamento e più zone 20

Cambio di programma radicale deciso dal primo cittadino Chiara Appendino e la sua giunta comunale. Le risorse stanziate per estendere i parcheggi a pagamento a strisce blu che ammontano a circa 2 milioni di euro verranno convertite in stencil a forma di bicicletta e cartelli zone 20. Le zone 20 non sostituiranno le corsie ciclabili, piuttosto le integreranno contribuendo ad agevolare la soft mobility. 27 al momento i controviali interessati: da corso Francia e corso Vittorio Emanuele a corso Marche e strada antica di Collegno. Previsto per l’estate anche l’incremento delle postazioni dove lasciare i mezzi in sharing, di cui 100 solo in Ztl. Il Comune sta lavorando anche ad un accordo con i gestori dei parcheggi sotterranei per garantire agli automobilisti tariffe agevolate e liberando così spazio in strada per la micro-mobilità.

Un punto a favore della mobilità sostenibile

Nonostante qualcuno in fase di dibattito abbia sollevato delle criticità in merito, 500 euro sono obiettivamente un aiuto consistente, soprattutto se consideriamo che sono accessibili a tutti senza alcuna condizione di reddito. Attualmente il numero di corse diurne di treni e aerei è drasticamente ridotto condizionando di molto gli spostamenti e impedendo ai lavoratori pendolari di andare e tornare in giornata. Se è vero che i monopattini elettrici non sono adatti per distanze dell’ordine di centinaia di chilometri (il politico e l’imprenditore che ogni giorno devono fare Torino-Milano con l’alta velocità), sono invece risolutivi per l’ambiente urbano e garantiscono il fondamentale distanziamento di sicurezza.

VIAGGI GRATIS PER I MONOPATTINI ELETTRICI SUI TRENI REGIONALI FS

Proprio Trenitalia ha deciso, per favorire la micro-mobilità elettrica, che da questa settimana i monopattini, i monowheel e gli hoverboard potranno viaggiare gratis a bordo dei treni regionali. Questa misura si estende a quella analoga già in vigore per le bici pieghevoli.

Ragionevole a nostro avviso il dietro front fatto con la bike-lane. In fase di elaborazione del decreto il ministro de Micheli aveva pensato ad un’unica corsia per velocipedi e motocicli. Oltre a favorire sempre più la rivoluzione green della micro-mobilità elettrica, è sicuramente una scelta saggia per garantire la sicurezza dei bikers e dei monopattinisti.

Icona monopattinoelettrico.info
Vuoi diventare nostro partner? Vedi tutti i dettagli

Rimani sempre aggiornato!

Seguici sui nostri canali SOCIAL 😉

LASCIA UNA RISPOSTA

Scrivi un commento!
Please enter your name here